10/06/12

Friedrich Nietzsche e la musica

Per la ventesima volta ho ieri assistito al capolavoro di Bizet e ancora l'ho udito con la stessa gentile reverenza. Mi sorprende di poter così vincere la mia impazienza. Ma guardare come un'opera siffatta integri la natura di un uomo. Essa è malvagia, perversa, raffinata, fantastica, eppure avanza con passo leggero e composto; la sua raffinatezza non è quella di un individuo, bensì di una razza. Si sono mai uditi sulla scena accenti più tragici, più dolorosi? E come sono ottenuti? Senza smorfie, senza contraffazioni di alcun genere, in piena libertà dalle bugie del "grande stile".
Io mi sento diventar migliore quando questo Bizet mi parla. Il mio udito si sprofonda in quella musica; ne percepisco le origini; mi par di assistere alla sua nascita e tremo davanti ai pericoli che ci accompagnano a qualunque audacia; mi trovo incantato dai felici ritrovamenti che Bizet stesso ignora. Sopra quest'opera la fatalità sta sospesa; la felicità di essa è corta, fulminea, e non conosce dilazioni. Io invidio a Bizet il coraggio di questa sua sensibilità eccezionale, che prima di adesso non aveva trovato mezzo per esprimersi nella musica colta d'Europa; il coraggio di questa sensibilità meridionale, brunita, arsa dal sole... Ah finalmente l'amore, l'amore ricondotto indietro verso la natura!... L'amore come destino, come un destino cinico, innocente, crudele, l'amore esatto nella sua forma natura. Io non conosco altro esempio dove la tragica ironia che costituisce il nocciolo dell'amore sia stata espressa con tale severità, con formula così terribile come nell'ultimo grido di José: Oui, c'est moi qui l'a tuée, Carmen, ma Carmen adorée....






Read more

09/06/12

Friedrich Wilhelm Nietzsche & Botticelli | Gli aforismi



  • Le convinzioni sono nemiche della verità più pericolose delle menzogne.
  • Un uomo appare ricco di carattere molto più spesso perché segue sempre il suo temperamento, che non perché segue sempre i suoi principi.
  • È prerogativa della grandezza rendere molto felici con piccoli doni.
  • L'irrazionalità di una cosa non è affatto una ragione contro la sua esistenza, ma piuttosto una condizione di questa.
  • Oggi nessuno muore di verità mortali: ci sono troppi antidoti.


  • La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510




  • Non esiste alcuna armonia prestabilita tra il favorire la verità e il bene dell'umanità.
  • Chi pensa profondamente sa di aver sempre torto, comunque agisca e giudichi.
  • Grandezza significa: imprimere una direzione - Nessun fiume è grande e ricco di per sé, ma è il fatto di ricevere e convogliare in sé tanti affluenti a renderlo tale. Ciò vale anche per ogni grandezza dello spirito. Importa solo questo: che uno imprima la direzione che poi tanti affluenti dovranno seguire, e non che uno possieda sin dall'inizio capacità grandi o piccole.
  • Pretendere di essere amati è la presunzione più grande.
  • La lunghezza della giornata - Quando c'è molto da infilarci, un giorno ha mille tasche.
  • Più importante - Si considera la cosa non spiegata e oscura più importante di quella spiegata e chiara.
  • Disprezzo - Al disprezzo altrui l'uomo è più sensibile che a quello che gli viene da se stesso.
  • Essere bersaglio - I cattivi discorsi degli altri su di noi spesso non si riferiscono propriamente a noi, ma sono l'espressione di un'ira, di un malumore che han tutt'altro motivo.
  • Opinioni proprie - La prima opinione che ci viene in mente quando all'improvviso siamo interrogati su qualcosa, di solito non è la nostra, ma solo quella corrente, della nostra casta, della nostra posizione, della nostra origine; le opinioni proprie raramente vengono alla superficie.
  • Cattiva memoria - Il vantaggio della cattiva memoria è che si godono più volte le stesse buone cose per la prima volta.
  • Vegetazione della felicità - Immediatamente accanto al dolore del mondo, e spesso sul suo terreno vulcanico, l'uomo ha posto i suoi piccoli giardini di felicità. Che si guardi alla vita con l'occhio di chi dall'esistenza vuole soltanto la conoscenza, o di chi si arrende e si rassegna, o di chi si rallegra per la difficoltà superata, ovunque si vedrà che vicino al male è sbocciata un po' di felicità - e una felicità tanto maggiore, quanto più il terreno era vulcanico; sarebbe però ridicolo affermare che questa felicità giustifichi lo stesso dolore.
  • Novellini della filosofia - Non appena si è assimilata la saggezza di un filosofo, si va per le strade con la sensazione di essere diversi, di esser diventati dei grandi uomini; giacché ci si imbatte solo in gente che ignora quella saggezza, e dunque si ha da pronunciare su tutto un giudizio nuovo e mai sentito: per il fatto di saper riconoscere un codice, oggi si pensa di potersi anche atteggiare a giudice.
  • Uomini arretrati e uomini precorritori - Il carattere sgradevole, che è pieno di diffidenza, che prova invidia per ogni successo del suo competitore e del suo prossimo ed è violento e collerico contro le opinioni divergenti, mostra di appartenere a un livello precedente di cultura, e di essere dunque un residuo: infatti il suo rapporto con gli uomini era giusto e adeguato in un'epoca in cui vigeva il diritto del più forte: è un uomo rimasto indietro. Un altro carattere, che partecipa alla gioia altrui, si fa amici dappertutto, sente amore per tutto quanto cresce e diviene, gode insieme con gli altri dei loro onori e successi e non si arroga la prerogativa di essere il solo a conoscere la verità ed anzi è pieno di un'umile diffidenza - questo è un uomo che precorre, che aspira a una cultura umana superiore. Il carattere sgradevole proviene dai tempi in cui le rudimentali fondamenta dei rapporti umani erano ancora da costruire, l'altro vive sul piano più alto di tali rapporti, il più lontano possibile dalla belva selvaggia che infuria e urla nei sotterranei, rinchiusa sotto le fondamenta della cultura.


  • La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia, 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    La Calunnia 1496 | Sandro Botticelli 1445-1510
    Allegoria della calunnia di Botticelli..
    - Re Mida affiancato da due figure, l'invidia e l'ignoranza che sussurrano cattivi consigli nelle orecchie d'asino del Re..
    La Calunnia è un dipinto a tempera su tavola, 62x91 cm, di Sandro Botticelli 1445-1510, databile al 1496 e conservato nella Galleria degli Uffizi di Firenze.
    La complessa iconografia riprende fedelmente l'episodio originale, inserendolo all'interno di una grandiosa aula, riccamente decorata di marmi e rilievi dorati e affollata di personaggi; il quadro va letto da destra verso sinistra: re Mida riconoscibile dalle orecchie d'asino, nelle vesti del cattivo giudice, è seduto sul trono, consigliato da Ignoranza e Sospetto; davanti a lui sta il Livore il rancore, l'uomo con il cappuccio nero, coperto di stracci che tiene per il braccio la Calunnia, donna molto bella, che si fa acconciare i capelli da Insidia e Frode, mentre trascina a terra il Calunniato impotente e con l'altra mano impugna una fiaccola che non fa luce, simbolo della falsa conoscenza; la vecchia sulla sinistra è il Rimorso e l'ultima figura di donna sempre a sinistra è la Nuda Veritas, con lo sguardo rivolto al cielo, come a indicare l'unica vera fonte di giustizia.
    L'architettura, che anticipa i modi cinquecenteschi, mostra un ampio loggiato composto da pilastri con nicchie e archi a tutto sesto con lacunari; fregi dorati corrono sui plinti, nei lacunari, sulle basi delle nicchie e sopra di esse, con varie scene mitologiche; dentro le nicchie si trovano statue a tutto tondo di figure bibliche e dell'antichità classica: si riconoscono una Giuditta con la testa decapitata di Oloferne dietro il trono di Mida e un cavaliere, forse Re Davide, nella nicchia centrale. Questa sintesi tra mondo classico e mondo cristiano rimanda alle meditazione umanistiche dell'Accademia neoplatonica. Oltre gli archi si vede solo un cielo lontano e cristallino.
    Read more

    08/06/12

    Alexey Rychkov 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov [Алексея Рычкова] graduated from St.Petersburg Academy of Art and design 1993. At first time of his studies, Alexey already starts to cooperate with art galleries of Finland, Poland and Prague. In 1995 he was invited to Paris, where during four and a half years he created over 100 works, which were successfully sold by the auctions and on the exhibitions of Russian art in Paris. Several paintings of this period were purchased for interior decoration of Grand-Hotel West Minster, Paris. One of the central subjects in the works of Alexey Rychkov is views of Petersburg. In 2009 the exhibition “Channel views” took place in the art-gallery ”Mon-Martre”, where Alexey took an active part. Today Rychkov’s paintings are presented in museums, private collections and art-galleries of St.-Petersburg, Moscow, Prague, Paris, and also Australia, Germany, Switzerland, USA.

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter

    Alexey Rychkov Алексея Рычкова 1968 | Russian Impressionist painter
    Read more