Jean Bellegambe | Renaissance painter


Jehan Bellegambe or Jean Bellegambe (sometimes Belgamb or Belganb) (ca. 1470 - ca. June 1535-March 1536) was a French**-speaking Flemish painter of religious paintings, triptychs and polyptychs, the most important of which are now held at Douai, Arras, Aix, Lille, Saint Petersburg and Chicago.
He was known as the 'master of colours' for the transparency and interplay of his colours.
He is known as Jehan Bellegambe the elder to distinguish him from his descendents who were also called Jehan.




Bellegambe was born and died in Douai, then in the county of Flanders (today in French Flanders). He was a child of the first marriage of Georges Bellegambe, a cabinetmaker and musician who was living in rue Fosset-Maugart (renamed, in 1862, rue Haute-des ferronniers).
Nothing is known of Jehan de Bellegambe's artistic training.
The first known mention of him is a document of 1504 which names him as a master painter.
In 1528 he owned a house at the corner of rue de la Cloris and rue du Palais.










































































Bellegambe, Jean - Pittore, nato a Douai verso il 1480 vi morì verso il 1534-35. Non si allontanò mai dalla sua città natale, sebbene sia tanto forte il suo "italianismo". Produsse molto, lavorando specialmente per conventi e per chiese. Suo figlio Martino fu pittore ed ebbe a sua volta discendenti che esercitarono modestamente la pittura.
Il Bellegambe fu uno dei maestri fiamminghi più graziosi e più raffinati del Rinascimento**, nonostante qualche traccia di arcaismo.
Tra le sue opere principali ricordiamo a Notre-Dame di Douai, il polittico della SS. Trinità, eseguito fra il 1511-1520; nel Museo di Lille, Il bagno mistico delle anime nel sangue di Cristo e il trittico della SS. Trinità (1525); nel Museo di Douai, due sportelli d'una pala dedicata alla Immacolata Concezione, col donatore Jean Portier e sua moglie (1511-1526); nella cattedrale di Arras, il trittico dell'Adorazione dei Magi, firmato e datato 1528, e un trittico rappresentante i preparativi per la Crocifissione, ambedue dipinti per l'abbazia di Saint-Vaast; nella collezione A. du Tavernost a Parigi, un trittico con la Vergine venerata da donatori e donatrici con monogramma e data del 1533, proveniente dall'abbazia di Flines. | © Treccani



Follow by Email