Orazio Gentileschi | Danaë, 1623


Danaë is a circa 1623 oil on canvas painting by the Italian artist Orazio Gentileschi**. It is an example of Italian Baroque painting and is now in the collection of the J. Paul Getty Museum.
The painting was commissioned in 1621 by Giovanni Antonio Sauli who had invited Gentileschi to Genoa. Gentileschi's painted a number of works for Sauli besides the Danäe, including a Penitent Magdalen and a Lot and his Daughters.

The painting draws together the Caravaggesque naturalism that influenced Gentileschi's earlier work with the Tuscan lyricism he later developed.
The subject of the painting is the ancient Greek myth of Danaë, which tells of how Zeus, king of the gods, visited Danaë in a shower of gold, from which union Perseus was born. The myth is regarded as a forerunner of the Christian belief in the Annunciation, the divine conception of Christ.

Orazio's daughter Artemisia Gentileschi** later portrayed Danaë.

Artemisia Gentileschi Danaë, 1612


The painting was auctioned at Sotheby's New York on 28 January 2016. It was the most important Baroque painting to be offered for sale in decades, and purchased for US $30,500,000 by the Getty. It is to be hung alongside Gentileschi's Lot and his Daughters.


Il capolavoro caravaggesco "Danae" di Orazio Gentileschi (1563-1639)** - uno dei più celebri del Barocco, fu commissionata dal nobile genovese Giovanni Antonio Sauli per il suo palazzo di Genova. Lo straordinario olio su tela immortala una scena del mito di Danae: la bellissima figlia del Re Acrisio di Argo viene rinchiusa in una stanza segreta per impedirne qualsiasi contatto seduttivo con il mondo maschile.
Questo vale per i mortali ma non per Giove che in una metamorfosi divina si materializza innamorato della ragazza in una pioggia di monete d'oro.
L'arrivo di Giove è annunciato da Cupido - che scostando il tendaggio - rivela la seducente bellezza di Danae. Il dipinto "Danae" mostra la straordinaria abilità di Orazio Gentileschi** nel dipingere tutte le sfumature della luce e le raffinatezze della bellezza: seta, lini e metalli sono combinati in modo da offrirci una composizione sontuosa e uno degli esempi più alti della pittura del primo Seicento.

"Danae" è stata battuta il 29 gennaio 2016 all'asta da Sotheby's a New York per la cifra record di 30.500.000 dollari, sette volte tanto il precedente primato del maestro.
Era stimata tra 25-35 milioni di dollari e la nuova aggiudicazione segna il nuovo primato mondiale per un'opera dell'artista, padre dell'altrettanto famosa pittrice Artemisia Gentileschi**.
Il dipinto ad olio su tela del 1621 è stato acquistato da uno dei più famosi musei americani, il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, che già possiede di Gentileschi "Lot e le figlie", conservato a Malibu, e appartenente sempre alla cosidetta serie Sauli, che si completa con la celebre "Maddalena Penitente" presente in una collezione privata newyorkese.

Follow by Email