Visualizzazione post con etichetta 18th Century Art. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 18th Century Art. Mostra tutti i post
Textual description of firstImageUrl

Johann Sebastian Bach: "La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori"!

"Tre cose sono necessarie per un buon pianista: la testa, il cuore e le dita".
"La perfezione si raggiunge per gradi".
"Ai miei occhi ed alle mie orecchie l’organo è il re di tutti gli strumenti".
"La musica non è nelle note, la musica è tra le note".

Wolfgang Amadeus Mozart

"Buffone è chi non ride mai".
"Ogni difficoltà su cui si sorvola, diventa un fantasma che turberà i nostri sonni".

Johann Sebastian Bach (1714-1788), Ludwig van Beethoven (1770-1827) e Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)

Textual description of firstImageUrl

Sir Joshua Reynolds PRA | Presidente fondatore della Royal Academy of Art

Reynolds, Sir Joshua - Pittore inglese (Plyche mpton, Devonshire, 1723 - Londra 1792). Tra i più celebri ritrattisti inglesi del sec. 18°, la sua grande fortuna fu dovuta oltre che alle sue notevoli capacità innovative nell'ambito di questo genere anche alle sue qualità sociali che lo resero caro non solo all'aristocrazia, ma anche a pensatori e scrittori dell'epoca.
Nella formazione del suo stile, fortemente personale, si combinarono influssi diversi: elementi dei Veneziani, dei Bolognesi, del tardo Rembrandt e di Rubens si aggiunsero a quelli che egli aveva ricevuto dal Hudson e dal Gandy.
La sua pittura rivela un graduale sviluppo dal semplice ritratto obiettivo, secondo la tradizione di Lely, Kneller e Hudson, verso uno stile più ambizioso ed immaginativo, nel quale i modelli vengono rappresentati come personaggi mitologici o fantastici concepiti drammaticamente.


Textual description of firstImageUrl

Johann Wolfgang Goethe racconta Tiziano

Johann Wolfgang Goethe (Scrittore, poeta e drammaturgo Tedesco, 1749-1832) fece due viaggi in Italia tra il 1786-1788.
Mai la visita di un turista colto fu tanto determinante nella creazione di un’immagine dell’Italia, soprattutto da quando egli raccolse i suoi ricordi nel famosissimo "Italienische Reise", o "Viaggio in Italia" (1813-1817).

A Roma, di fronte alla grande pala della Madonna col Bambino e Santi, 1533-1535 scriveva:

"Più incantato ancora rimasi di fronte ad un quadro di Tiziano.
Esso supera in splendore quanti ne ho finora veduti. Se ciò dipenda dalla mia più affinata sensibilità, o se davvero esso sia il più bello, non saprei dire di certo".

Tiziano Vecellio | Pala della Madonna col Bambino e Santi, (1533-1535) | Chiesa di S. Niccolò della Lattuga in Campo dei Frari al Lido di Venezia

Textual description of firstImageUrl

Johann Wolfgang Goethe | Mi batteva il cuore, svelto, a cavallo!

Mi batteva il cuore, svelto, a cavallo!
E via! Con l'impeto dell'eroe in battaglia.
La sera cullava già la terra,
e sui monti si posava la notte;
se ne stava vestita di nebbia la quercia,
gigantesca guardiana, là
dove la tenebre dai cespugli
con cento occhi neri guardava.

Sir Frank Dicksee | La Belle Dam Sans Merci

Textual description of firstImageUrl

Bonaparte's Love Letter to Joséphine de Beauharnais, 1796

"I am going to bed with my heart full of your adorable image… I cannot wait to give you proofs of my ardent love… How happy I would be if I could assist you at your undressing, the little firm white breast, the adorable face, the hair tied up in a scarf a la creole. You know that I will never forget the little visits, you know, the little black forest…
I kiss it a thousand times and wait impatiently for the moment I will be in it. To live within Josephine is to live in the Elysian fields.
Kisses on your mouth, your eyes, your breast, everywhere, everywhere".

Andrea Appiani (1754-1817) Joséphine de Beauharnais (The Empress of the French as the first wife of Emperor Napoleon I, 1763–1814)

Textual description of firstImageUrl

Anne-Louis Girodet | Pittore Romantico

Girodet-Trioson ‹ˇʃirodè trioʃõ´›, Anne-Louis Girodet de Roussy detto - Pittore, litografo e scrittore Francese (Montargis, Loiret, 1767 - Parigi 1824).
Allievo prediletto di Jacques-Louis David, ne ereditò un formale linguaggio neoclassico. Vincitore, nel 1789, del Prix de Rome, soggiornò a lungo in Italia.
Nuovamente a Parigi, nel 1795, dipinse alcuni ritratti (Mademoiselle Lange comme Danae, New York, coll. Wilderstein) che preannunciavano il gusto romantico, ma predilesse temi storici e celebrativi (Ossian accoglie nel Walhalla i generali della Repubblica caduti per la patria, 1801, castello della Malmaison) talvolta elaborati in faticose composizioni.


Textual description of firstImageUrl

Charles Meynier | Apollo and the Muses, 1798

Charles Meynier | Clio, Muse of History | Cleveland Museum of Art

In 1797 François-Bernard Boyer-Fonfrède, an industrial textile manufacturer, commissioned Charles Meynier (Paris, 1768-1832) to paint nine canvases featuring Apollo and the Muses for a large room in his home in Toulouse.
Meynier exhibited the painting based on this drawing at the Salon of 1800 but ultimately only completed five canvases, as his patron ran out of money.
The paintings were installed in the hall of Wallenried Castle, Switzerland by General Castella de Berlens around 1824, where they remained until 1983.
The group was acquired by the Cleveland Museum of Art in 2003. | © The Metropolitan Museum of Art

Textual description of firstImageUrl

Genre painting

Vincent van Gogh | The reaper after Millet, 1889

Genre painting (or petit genre), a form of genre art, depicts aspects of everyday life by portraying ordinary people engaged in common activities.
One common definition of a genre scene is that it shows figures to whom no identity can be attached either individually or collectively - thus distinguishing petit genre from history paintings (also called grand genre) and portraits.
A work would often be considered as a genre work even if it could be shown that the artist had used a known person - a member of his family, say - as a model.
In this case it would depend on whether the work was likely to have been intended by the artist to be perceived as a portrait - sometimes a subjective question.
The depictions can be realistic, imagined, or romanticized by the artist. Because of their familiar and frequently sentimental subject matter, genre paintings have often proven popular with the bourgeoisie, or middle class.