Visualizzazione post con etichetta Italian Art. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Italian Art. Mostra tutti i post
Textual description of firstImageUrl

Mario Sironi | Scritti e pensieri

"Ciò che diciamo attualità, modernità non è spesso che la sola realtà dell'esistenza - il resto è morte eco sotto volte lontane e paurose, o silenzio e buio impenetrabile".
"Gli uomini debbono essere governati. Lasciarli liberi di fare quello che vogliono significa incrementare la bestialità e il disordine".
"L'uomo disprezza, aggredisce, tortura gli animali - maledetto lui che fa il deserto intorno a sé sulla polvere".


Textual description of firstImageUrl

Ubaldo Oppi | Magic realism painter

Ubaldo Oppi (1889-1942) was an Italian painter, one of the founders of the Novecento Italiano in Milan. He painted in a Neo-quattrocento realist style.
He was born in Bologna, but by the age of 4 years, his father, a shoe salesman, had moved to Vicenza.
He was sent by his father North to the German countries to learn the shoe trade, but elected to stay in Vienna (1907-1909), and study under Gustav Klimt.


Textual description of firstImageUrl

Eugene de Blaas | Pittore di genere

Nacque ad Albano (Roma) il 24 luglio 1843 dal pittore Austriaco Carl von Blaas e da Agnese Auda, italiana.
Carl (Manders, Tirolo, 1815-Vienna 1894), che era stato chiamato in Italia nel 1832 dallo zio Francesco Purtscher di Eschenburg per frequentare l'accademia di Venezia, fu dal 1837 a Roma dove venne in contatto con il circolo dei Nazareni e ritornò a Vienna nel 1851; dall'estate 1856 fu a Venezia come professore presso l'accademia; ritornò definitivamente a Vienna nel 1866.
Un suo ritratto del figlio Eugenio a 5 anni è stato esposto a Vienna nel Belvedere superiore nel 1985.
Il de Blaas, dapprima allievo dei padre all'accademia di Venezia, si formò successivamente a Roma (nel 1862 vinse il pensionato; Marini, 1905, p. 249).


Textual description of firstImageUrl

Alda Merini | Rosa di maggio

L’alba si è fatta
profumo di rose.

Rosa di maggio,
abbarbicata sul muro vetusto;
affresco di vita
corroso dagli scherni del tempo.

Vicente Romero Redondo

Textual description of firstImageUrl

Marco Grassi, 1987 | Hyperrealist painter

Born in Reggio Emilia, Italian artist Marco Grassi still lives and works in his native city. He graduated from the Academy of Fine Arts in Bologna.
Marco chose to devote himself full time to painting, a passion that accompanies him since he was a child. Line quality and delicacy in the colors are fundamental aspects of his painting.
Fascinated by the changes of body and personality, he tries to reinterpret the human forms through metamorphosis and other contamination. His first solo exhibition was held in his hometown, Reggio Emilia, in December 2013 at the old Palazzo Calcagni.


Textual description of firstImageUrl

Elio Ferrara, 1945

Elio Ferrara nasce a Napoli e frequenta l'Accademia di Belle Arti per poi lavorare come scenografo al teatro San Carlo ed al teatro San Ferdinando con Eduardo De Filippo, in seguito collabora con la RAI ed altre emittenti televisive.
La sua produzione pittorica è conosciuta al livello mondiale, egli ha un buon mercato in America, Germania, Francia, Brasile; inoltre è presente in molte collezioni pubbliche e private, ambasciate, pinacoteche, in collezioni di famosi artisti, politici e noti professionisti.
L'artista ha importanti predecessori nella sua parentela, come il poeta dell’800 Alberto Ferrara, autore di canzoni napoletane immortali, l'attore Franco Sportelli, Giuseppina Goglia sorella della mamma paterna e nipote di Filippo Palizzi.
La Goglia fu raffinata pittrice, direttrice del museo di Cerreto Sannita, insegnate di corte di Maria Josè Del Belgio, ancora oggi è apprezzata e presente in importanti vendite all'asta e vari musei nel mondo.


Textual description of firstImageUrl

Giovanni Battista Crema | Divisionist painter

Italian painter Giovanni Battista Crema (1883–1964) was born in Ferrara on April 13th. Son of a lawyer, Carlo Crema, and Maria Cottica, already as a child he showed an out of the ordinary ability in drawing, so much so as to convince his parents to introduce him to the rudiments of painting with Angelo Longanesi Cattani, appreciated portraitist of the local high society, before entering academic studies.
A cultured, curious and enthusiastic man and artist, he enters the world of contemporary art at a very young age, even if the advance of the avant-gardes, to which he looks with skepticism, convinces him to isolate himself more and more and to undertake a completely solitary search.
After completing his training in Naples, with Domenico Morelli and Bologna, with Domenico Ferri, Giovanni Battista Crema arrived in Rome in 1903.
And it is in the Eternal City that, attending Giacomo Balla, he is seduced by the novelties of Divisionism, to which he will remain faithful in the decades to follow.


Textual description of firstImageUrl

Alda Merini | Canto le Donne

Io canto le donne prevaricate dai bruti
la loro sana bellezza, la loro "non follia"
il canto di Giulia io canto riversa su un letto
la cantilena dei salmi, delle anime "mangiate"
il canto di Giulia aperto portava anime pesanti
la folgore di un codice umano disapprovato da Dio.

Lo Chan Peng, 1983