23/05/14

Charles William Mitchell ~ La morte di Hypatia, 1885

Charles William Mitchell - Hypatia, brutally murdered by a mob of monks inside a church, 1885
Ipàzia di Alessandria (in greco antico Ὑπατία, traslitterato in Hypatìa, in latino: Hypatia; Alessandria d'Egitto, 355/370-marzo 415), e' la prima donna scienziato di cui si ha notizia, visse nel IV secolo (370-415 d.C.) e si dedicò soprattutto all'algebra e alla geometria.
Figlia dell’astronomo e matematico Teosone (detto anche Teone) e moglie del filosofo Isodoro, fu filosofa, matematica e astronoma e fu un’ardente cultrice della cultura classica.
Invento' un aerometro, un astrolabio piatto, un idroscopio.
Per istigazione del Vescovo Cirillo venne assalita mentre tornava a casa da una torma di monaci guidati da un “lettore”, Pietro linciata e fatta a pezzi con cocci o conchiglie. I suoi resti furono dati alle fiamme in un immondezzaio, il Cinerone.
Charles William Mitchell (1854-1903) è stato un pittore inglese Preraffaellita.
Il suo stile pittorico si avvicina a quello del contemporaneo John William Waterhouse, il maggior esponente della fase più tarda dell'esperienza preraffaelita, con cui Mitchell dimostra affinità anche nella scelta dei soggetti.
Il suo dipinto più noto è Hypatia del 1885 che raffigura la filosofa greca e pagana Ipazia (IV-V secolo) nuda di fronte all'altare di una chiesa cristiana nei momenti che precedono il suo assassinio. La scena raffigurata da Mitchell è probabilmente ispirata al feuilleton di Charles Kingsley, Hypatia or New Foes with an Old Face (Ipazia o Nuovi nemici dal vecchio volto, 1853). Il dipinto è attualmente conservato alla Laing Art Gallery di Newcastle upon Tyne.
Charles William Mitchell - The Death of Hypatia, 1885 (detail)

Charles William Mitchell - Hypatia, brutally murdered by a mob of monks inside a church, 1885 (detail)
Charles William Mitchell - Hypatia, brutally murdered by a mob of monks inside a church, 1885 (detail)