Visualizzazione post con etichetta Awarded Artist. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Awarded Artist. Mostra tutti i post

13/06/21

Textual description of firstImageUrl

Peter Brown (Pete the Street), 1967

Peter Edward Mackenzie Brown is a British Impressionist painter popularly known as "Pete the Street" from his practice of working on location in all weathers.
He is best known for his depictions of street scenes and landscapes. He loves working 'in the thick of it' painting the streets of Varanasi to Toronto and closer to home in Barcelona, Paris, London and his adopted home city of Bath.
He insists on working directly from the subject refusing to use photographic reference.



09/06/21

Textual description of firstImageUrl

Elin Danielson-Gambogi (1861-1919)

Elin Danielson-Gambogi fa parte della prima generazione delle artiste Finlandesi che hanno ricevuto un'educazione professionale nell'arte, la cosiddetta "Generazione delle Sorelle Pittrici".

Fonte:Archivio Storico degli Artisti Lucchesi | Fondazione Culturale Ragghianti

Elin Danielson-Gambogi nasce a Noormarkku (Finlandia), piccolo villaggio vicino a Pori nel Golfo di Botnia, il 3 settembre del 1861, da Karl e Amalia Rosa Gestrin. Fin da bambina rivela una naturale inclinazione per l'arte.
Nel 1872 il padre muore suicida e lascia la famiglia in precarie condizioni economiche. Fondamentale si rivela, in questo difficile frangente, il sostegno dello zio materno, che non mancherà di incentivare la carriera artistica della nipote.
Nel 1876 si trasferisce ad Helsinki per frequentare la Scuola di Disegno della Società d'Arte Finlandese, dove studia disegno antico, paesaggio e prospettiva; tra gli insegnanti si registra la presenza di Carl Eneas Sjöstrand e Hjalmar Munsterhjelm, paesaggista di successo formatosi a Düsseldorf.



29/05/21

Textual description of firstImageUrl

Tia Kee Woon, 1964 | Pittore acquarellista

Tia Kee Woon 易其文è un artista di Singapore. È famoso attraverso la sua tecnica di pittura ad acquerello in ambiente acrilico.
Il suo stile di pittura è molto leggero e luminoso, dove gli acquerelli aggiungono la trasparenza alla foto, mentre l'acrilico rende i colori molto profondi.
Si può vedere l'influenza della cultura cinese e giapponese sulla sua arte.



28/05/21

Textual description of firstImageUrl

Muriel Barclay | I Ballerini della danza classica

La pittrice Scozzese Muriel Barclay ha uno sfondo artistico insolito. Nata e cresciuta a Glasgow, si è laureata presso l'Università di Edimburgo prima di recarsi a Londra, dove inizialmente ha lavorato nella Galleria Jacques O'Hana a Mayfair, a Londra.
È tornata a Glasgow per insegnare storia e crescere la sua famiglia, mentre allo stesso tempo studia disegno e pittura alla Scuola d'Arte di Glasgow e Storia delle Belle Arti presso l'Open University.



27/05/21

Textual description of firstImageUrl

Eric Wallis, 1968 | Pittore Impressionista

Eric K. Wallis è nato in Arizona. Ha iniziato a dipingere ad olio all'età di sette anni insieme a suo padre, Kent R. Wallis, grazie al quale Eric divenne un bambino prodigio. Ha vinto molti premi negli anni di scuola.
I due hanno lavorato insieme, trekking attraverso foreste di montagna e terreni agricoli, alla ricerca di scene di serenità tranquilla e piena di sentimento.
Trascorrendo i suoi anni formativi a fianco del padre esperto, Eric raggiunse la padronanza del suo medium sin dalla tenera età e per lui la pittura divenne intrinseca alla vita. Molti premi seguirono gli anni scolastici di Eric mentre continuava a trovare voce in chiarezza visiva.
Il suo stile impressionistico ha continuato a svilupparsi; colore e trama al centro dell'esperienza. Durante questo periodo, i suoi talenti musicali stavano sbocciando, favorendo il continuo amore di Eric per il jazz.
Iscritto alla Utah University, ha passato molto tempo a disegnare schizzi con la compagnia di danza moderna della stessa università. La sua carriera professionale nel 1990 durante era ancora iscritto al college.Consegue la laurea nel 1992 in BFA, laurea in belle arti.



25/05/21

Textual description of firstImageUrl

Alex Venezia, 1993

Alex Venezia was born in Virginia Beach, Virginia and currently lives in Raleigh, North Carolina. Working at East Oaks Studio.
Primarily a self taught painter, Alex Venezia, first became aware of the transcendent power of art during a high-school art lesson on chiaroscuro while examining the works of Caravaggio. This class marked a unique turning point for the young student as he began to consider a vocation in the arts.
Searching for new art experiences he frequented the Chrysler Museum of Art in Norfolk, Virginia where he was able to fill his eyes with the works of the Masters and make copies.
Venezia has sought out and studied classical technique with many of todays top representational painters including: Colleen Barry, Daniel Sprick, Michael Klein and Jeff Hein.



22/05/21

Textual description of firstImageUrl

Pascale Taurua, 1960

"I vestiti sono un modo per esprimere la sensibilità ed una visione del mondo" - afferma l'artista Francese Pascale Taurua.

Pascale Taurua attinge al suo stile di vita affascinante per le sue opere figurative contemporanee.
Nata in Nuova Caledonia nel 1960, ha studiato "l'opera di Gauguin" al Conservatory of Arts di Papeete, Tahiti e lì ha allestito la sua prima mostra.



30/04/21

Textual description of firstImageUrl

Anthonore Christensen (1849-1926) | Flower painter

Anthonie Eleonore Christensen, generally known as Anthonore Christensen, née Tscherning was a Danish flower painter.
She exhibited from 1867 at Charlottenborg, winning the medal of the year in 1893.
As a painting teacher, her students included Queen Louise and Queen Olga of Greece.

Born in Copenhagen, Anthonie Eleonore Tscherning was the daughter of the army officer and politician Anton Frederik Tscherning (1795-1874) and the painter Eleonora Tscherning (1817-1890).



29/04/21

Textual description of firstImageUrl

Édouard Joseph Dantan (1848-1897)

Édouard Joseph Dantan was a French painter in the classical tradition. He was widely recognized in his day, although he was subsequently eclipsed by painters with more modern styles.

Biography

Édouard Joseph Dantan was born in Paris. His grandfather, who had fought in the Napoleonic Wars, was a wood sculptor. His father, Antoine Laurent Dantan, and uncle, Jean-Pierre Dantan, were both well-known sculptors.



27/04/21

Textual description of firstImageUrl

Henri-Guillaume Schlesinger (1814-1893)

Henri-Guillaume Schlesinger, originally Wilhelm Heinrich Schlesinger (6 August 1814, Frankfurt am Main - 21 February 1893, Neuilly-sur-Seine) was a French portrait and genre painter of German birth.
He was especially known for his lively and sensitive depictions of young women.
He studied painting at the Academy of Fine Arts, Vienna, and was originally active in that city.



26/04/21

Textual description of firstImageUrl

Wisława Szymborska | The railroad station / La stazione ferroviaria

My nonarrival in the city of N.
took place on the dot.

You'd been alerted
in my unmailed letter.

You were able not to be there
at the agreed-upon time.

Jeff Rowland | Right here waiting for you

The train pulled up at platform 3.
A lot of people got out.

My absence joined the throng
as it made its way toward the exit.

Several women rushed
to take my place
in all that rush.

Somebody ran up to one of them.
I didn't know him,
but she recognized him
immediately.

While they kissed
with not our lips,
a suitcase disappeared,
not mine.

The railroad station in the city of N.
passed its exam
in objective existence
with flying colors.

Jeff Rowland

The whole remained in place.
Particulars scurried
along the designated tracks.

Even a rendezvous
took place as planned.

Beyond the reach
of our presence.

In the paradise lost
of probability.

Somewhere else.
Somewhere else.
How these little words ring.

Maria Wisława Anna Szymborska (1923-2012) was a Polish poet, essayist, translator and recipient of the 1996 Nobel Prize in Literature "for poetry that with ironic precision allows the historical and biological context to come to light in fragments of human reality".

Jeff Rowland

Il mio arrivo nella città di N.
è avvenuto puntualmente.

Eri stato avvertito
con una lettera non spedita.
Hai fatto in tempo a non venire
all’ora prevista.

Il treno è arrivato sul terzo binario.
È scesa molta gente.

L’assenza della mia persona
si avviava verso l’uscita tra la folla.

Alcune donne mi hanno sostituito
frettolosamente
in quella fretta.

A una è corso incontro
qualcuno che non conoscevo,
ma lei lo ha riconosciuto
immediatamente.

Jeff Rowland

Si sono scambiati
un bacio non nostro,
intanto si è perduta
una valigia non mia.

La stazione della città di N.
ha superato bene la prova
di esistenza oggettiva.

L’insieme restava al suo posto.
I particolari si muovevano
sui binari designati.

È avvenuto perfino
l’incontro fissato.

Fuori dalla portata
della nostra presenza.
Nel paradiso perduto
della probabilità.

Altrove.
Altrove.
Come risuonano queste piccole parole

Jeff Rowland


21/04/21

Textual description of firstImageUrl

David Gray, 1970

Lo stile inconfondibile di David rivela un'espressione personale e contemporanea di bellezza ed ordine che rende omaggio alla tradizione classica nella sua maestria.
I collezionisti del lavoro di David spesso riferiscono che la sua pittura evoca un senso di pace, quiete o uno stato d'animo contemplativo.
I suoi lavori pluripremiati sono stati coperti da importanti pubblicazioni d'arte tra cui Southwest Art, Art of the West e American Art Collector.



15/04/21

Textual description of firstImageUrl

Jacques Henri Lartigue | The Belle Époque photographer

Jacques Henri Lartigue (1894-1986) was a French photographer and painter, known for his photographs of automobile races, planes and female Parisian fashion models.
His work was part of the painting event in the art competition at the 1924 Summer Olympics.

Born in Courbevoie in western Paris to a wealthy family, Lartigue started taking photographs when he was seven.
He photographed his friends and family at play - running and jumping; racing home-built race cars; making kites, gliders as well as aeroplanes; and climbing the Eiffel Tower.



08/04/21

Textual description of firstImageUrl

Jane DeDecker | The Women's Suffrage Monument / Monumento al Suffragio Femminile

By Jane DeDecker / The concept of this proposed women’s monument was inspired by a letter from Elizabeth Cady Stanton to Lucretia Mott in which she wrote about the power of words and deeds:

"Every word we utter, every act we perform, waft unto innumerable circles, beyond".

I wanted to capture the collective energy from all women who have made this happen, as well as acknowledge that we still need to keep moving as we strive for equality.
When a water droplet impacts a body of water it pushes waves outward and rebounds upward as a smaller droplet. This droplet, called the daughter droplet - gains height - then falls back to the water in what is called a coalescent cascade. This describes the height, breadth, and lasting impact of the Suffragists’ work.
The composition centrally places Susan B. Anthony and Elizabeth Cady Stanton writing the Declaration of Sentiments. This friendship holds the beginning of the women’s movement, the drop of water coalescing its impact on US history. Elizabeth Cady Stanton and Susan B. Anthony writing the Sentiments forms a unified force that truly speaks of the oneness of their purpose.



02/04/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo XVI

Quel giorno Laide sembrava più allegra e spensierata del solito. Che accanto a lui si sentisse finalmente a suo agio?
Che un principio di intimità umana cominciasse a crearsi fra loro? Una bella fetta di sole entrava di sbieco nella camera da letto battendo sulla "moquette" verde e illuminando di riflesso l'intera stanza lietamente. Erano già distesi sul letto, lei ancora in sottoveste.
Ecco, per Dorigo nella consapevolezza certa dell'amore imminente, i rari momenti di tregua e di sollievo. Non più il dubbio che lei non telefonasse più, che svanisse nel nulla, che senza preavvisi avesse lasciato Milano per sempre, non più il supplizio dell'attesa quando si avvicinava l'ora della chiamata promessa, con l'atroce stillicidio dei minuti una volta varcato il termine e allora le congetture, i sospetti, le speranze via via sfuggenti si aggrovigliavano in un vorticoso crescendo che lo trasformava in una specie di ebete automa. L'incredibile ancora una volta si era avverato.

Dino Buzzati


01/04/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo XV

Lei mise su un disco. Erano in casa di Corsini, l'amico di Dorigo, nei giorni della Fiera Campionaria. Il sole sulla terrazza, le tapparelle abbassate quasi a terra eppure, se si stava attenti, quel rombo di macchine, di vita, di impazienze, di progetti, di avidità che fermentava intorno, motori, voci, passi, soldi, stupidità, musiche, sudore, desideri animaleschi.
Fin lì arrivava all'ottavo piano ma loro due non lo sentivano. Lei perché immemore di tutto, tesa solo ai suoi oscuri calcoli e capricci, lui perché nulla esisteva al mondo più se non quella ragazzina dal viso diritto e petulante, dai lunghi capelli neri, dal cuore dal cuore cosa? ce l'aveva?

Salvatore Fiume | Susette, 1956


21/03/21

Textual description of firstImageUrl

Léon Comerre (1850-1916)

Léon-François Comerre è stato un pittore e scultore Francese. Fu un artista Accademico Orientalista. Era lo zio di Albert Gleizes.
Léon-François Comerre era figlio di Oscar-Louis, insegnante, e di Appoline Knorr. Nel 1853, tre anni dopo la sua nascita, tutta la famiglia si trasferì a Lilla. Molto presto, in età giovanile, egli manifestò un vivo interesse per l'arte e s'impegnò negli studi artistici, divenendo allievo di Alphonse Colas.
A diciassette anni ottenne una Medaglia d'oro dall'Accademia di Lilla e una Borsa di studio dal Dipartimento del Nord che gli permise di continuare i suoi studi a Parigi.



20/03/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo XIV

D'improvviso si rende conto di quello che forse sapeva già ma finora non ha mai voluto crederci.
Come chi da tempo avverte i sintomi inconfondibili di un male orrendo ma ostinatamente riesce a interpretarli in modo da poter continuare la vita come prima ma viene il momento che, per la violenza del dolore, egli si arrende e la verità gli appare dinanzi limpida e atroce e allora tutto della vita repentinamente cambia senso e le cose più care si allontanano diventando straniere, vacue e repulsive, e inutilmente l'uomo cerca intorno qualcosa a cui attaccarsi per sperare, egli è completamente disarmato e solo, nulla esiste oltre la malattia che lo divora, è qui se mai l'unico suo scampo, di riuscire a liberarsi, oppure di sopportarla almeno, di tenerla a bada, di resistere fino a che l'infezione col tempo esaurisca il suo furore. Ma dall'istante della rivelazione egli si sente trascinare giù verso un buio mai immaginato se non per gli altri e d'ora in ora va precipitando.

Dino Buzzati | Il lampione, 1926


Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo XIII

Ora non si incontravano più dalla signora Ermelina. La Laide gli disse che aveva litigato con la signora Ermelina e lo condusse in casa di un'amica. Ma poi lui approfittò dell'appartamento di Corsini, un amico quasi sempre assente da Milano.
Era un bell'appartamento in fondo a via Vincenzo Monti, vicino alla Fiera, era un appartamento allegro con un grande soggiorno e una scala interna che conduceva di sopra alle camere da letto. Il suo amico non c'era quasi mai, comunque di pomeriggio praticamente era sempre libero.

Dino Buzzati | Romantica, 1926


Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo XII

Non ci pensa più, erano passati quasi quindici giorni, non ci pensava più. E' nel suo studio, mezzogiorno, ha fretta di sistemare il lavoro perché alle due e mezza verrà a prenderlo l'amico Cappa per andare a Saint-Moritz, lo preoccupa piuttosto il tempo perché sembra che stia per piovere, oramai non ci pensava proprio, il telefono suonò.

Meccanicamente, alzò il microfono.
- "Pronto". Quella voce con l'erre. Era la seconda volta che la Laide gli telefonava. La voce gli penetrò dentro, gli scendeva nel petto. Un senso di meraviglioso sollievo. Come mai questo sollievo? Ma se alla Laide aveva rinunciato. Se non ci pensava più. Perché questa gioia?