Textual description of firstImageUrl

Alexandre Dumas Père (1802-1870) | Quotes / Aforismi


Alexandre Dumas | Alì Pascià (novel), 1840 | Painting by Emil Jacobs (1802-1866) Ali Pasha and Kira Vassiliki, 1844


  • "There are two ways of seeing: with the body and with the soul. The body's sight can sometimes forget, but the soul remembers forever".
  • "Ci sono due modi di vedere: con il corpo e con l'anima. La vista del corpo a volte può dimenticare, ma l'anima ricorda per sempre".
  • "As a general rule…people ask for advice only in order not to follow it; or if they do follow it, in order to have someone to blame for giving it".
  • "In generale, si chiedono consigli solo per non seguirli o, se si seguono, è per avere qualcuno da rimproverare per averli dati".

  • Nadar | Alexander Dumas, 1855


  • "Il coraggio incute rispetto anche ai nemici".
  • "La giovinezza è un fiore di cui l’amore è il frutto… Felice il vendemmiatore che lo coglie dopo averlo visto lentamente maturare".
  • "Quel fascino indefinito che in una donna è ciò che il profumo è per il fiore, ciò che il sapore è per il frutto: perché a un fiore non basta essere tale per essere bello, a un frutto per essere buono".
  • "L'uomo nasce senza denti, senza capelli e senza illusioni, e muore lo stesso, senza capelli, senza denti e senza illusioni".
  • "If you give the impression of needing anything, you will get nothing; to make a fortune you must appear to be rich".
  • "Opinions are like nails: the more you hit them, the more they penetrate".
  • "All generalisations are dangerous, even this one".
  • “All human wisdom is contained in these two words - wait and hope".
  • "You don't have to know danger to be afraid; in fact, unknown dangers inspire the most fear".
  • "We often pass by happiness without seeing it, without looking at it, or even if we have seen it, without recognizing it".


  • Gustave Doré (1832-1884) | La statue d'Alexandre Dumas Père | Paris


  • "Learning does not make one learned: there are those who have knowledge and those who have understanding. The first requires memory and the second philosophy".
  • "Pure love and suspicion cannot dwell together: at the door where the latter enters, the former makes its exit".
  • "Il puro amore e il sospetto non possono dimorare insieme: alla porta dove entra il secondo, esce il primo".
  • "Life is a storm, my young friend. You will bask in the sunlight one moment, be shattered on the rocks the next. What makes you a man is what you do when that storm comes".
  • "La vita è una tempesta, mio ​​giovane amico. Ti crogiolerai alla luce del sole un momento, sarai frantumato sulle rocce il prossimo. Ciò che ti rende un uomo è ciò che fai quando arriva la tempesta"
  • "Quando l'amore sfrenato entra nel cuore, va rosicchiando tutti gli altri sentimenti; vive alle spese dell'onore, della fede e della parola data".
  • "L'orgoglio ha quasi sempre una compagna ancora peggiore: l'invidia".
  • "The pride of those who cannot build, is to destroy".
  • "Life is so uncertain, that happiness must be seized the moment it presents itself".
  • "Life is fascinating: you just have to look at it through the right glasses".
  • "When unbridled love enters the heart, it gnaws away at all other feelings; it lives at the expense of honour, faith and the word given".


  • Gustave Doré (1832-1884) | La statue d'Alexandre Dumas Père (detail)


  • "La felicità è come quei palazzi delle isole incantate alle cui porte stanno a difesa i draghi: bisogna combattere per conquistarli".
  • "Negli affari non ci sono amici: soltanto soci".
  • "Mai un uomo veramente innamorato ha permesso agli orologi di compiere in pace il loro cammino".
  • "Ciò che manca ai miei ragionamenti di oggi è una valutazione esatta del passato, perché ora lo rivedo dall'altro lato dell’orizzonte. Infatti, a mano a mano che si avanza, il passato, simile al paesaggio che si attraversa, allontanandosi si cancella. Mi accade come a chi è stato ferito in sogno: guarda e sente la ferita, e non ricorda di averla ricevuta".
  • "L'arte ha bisogno o di solitudine, o di miseria, o di passione. È un fiore di roccia che richiede il vento aspro e il terreno rude".
  • "Non vi sono né felicità né infelicità assolute in questo mondo, vi è soltanto il paragone tra una condizione e l'altra, ecco tutto. Solo colui che ha provato l'estremo dolore è atto a gustare la più grande felicità".
  • "Abitualmente comincio un libro solo dopo ch'è stato già scritto".
  • "Parlare dei propri mali è già una consolazione".


  • Gustave Doré (1832-1884) | La statue d'Alexandre Dumas Père (detail)


  • "L'immaginazione ha il volo dell'angelo e del lampo: varca i mari dove noi rischiammo di naufragare, le tenebre in cui si perdettero le nostre illusioni, i pregiudizi in cui fu sommersa la nostra felicità".
  • "Nulla fa passare il tempo e abbrevia la strada come un pensiero in cui si assorbiscano tutte le facoltà intellettive. L'esistenza esterna rassomiglia allora a un sonno di cui questo pensiero è il sogno. Grazie a esso, il tempo non ha più misura, lo spazio non ha più distanza. Si parte da un luogo e si arriva a un altro, ecco tutto. Dell'intervallo percorso, nulla resta presente al nostro ricordo se non qualcosa di simile a una nebbia leggera in cui si cancellano mille immagini confuse di alberi, di montagne, di paesaggi".
  • "Ogni falsità è una maschera, e per quanto la maschera sia ben fatta, si arriva sempre, con un po' di attenzione, a distinguerla dal volto".
  • "L'amore è la più egoistica di tutte le passioni".
  • "Fai vedere che ti dai importanza, e ti sarà data importanza, assioma cento volte più utile nella nostra società di quello dei greci "conosci te stesso", rimpiazzato ai giorni nostri dall'arte meno difficile e più vantaggiosa di conoscere gli altri".
  • "Gli uomini veramente generosi sono sempre pronti a divenire compassionevoli allorché la disgrazia del nemico supera i limiti del loro odio".


  • Gustave Doré (1832-1884) | La statue d'Alexandre Dumas Père (detail)


  • "For all evils there are two remedies - time and silence".
  • "A tutti i mali ci sono due rimedi: il tempo e il silenzio".
  • "Tutti per uno, uno per tutti".
  • "Le preoccupazioni e le amarezze sono quasi sempre le uniche ricompense per le persone oneste, colpevoli soltanto di essersi adoperate per gli altri dimenticandosi di se stesse".
  • "L'odio è cieco, la collera sorda, e colui che vi mesce la vendetta, corre pericolo di bere una bevanda amara".
  • "Ho nel cuore tre sentimenti con i quali non ci si annoia mai: la tristezza, l’amore e la riconoscenza".
  • "La donna è come una buona tazza di caffè: la prima volta che se ne prende non lascia dormire".
  • “E' solo col proprio coraggio, mettetevelo ben in mente, che ai nostri giorni un gentiluomo può farsi strada. Chiunque abbia un solo attimo di paura lascia forse sfuggire l'esca che, proprio in quell'attimo, la fortuna gli tendeva".
  • "Era una di quelle rare, splendide giornate d'inverno nelle quali anche l'Inghilterra si ricorda che c'è un sole".
  • "I curiosi bevono le nostre lacrime, come le mosche succhiano il sangue di un daino ferito".


  • Louis Français (1814-1897) | Dantès sur son rocher, 1846 | Bibliothèque nationale de France

    Some illustrations of 1888's edition of novel "The Count of Monte Cristo"

    Alexandre Dumas (1802-1870), novelist and playwright, as one of the most famous and prolific French🎨 writers of the nineteenth century, producing some 250 books.
    He is best known for his historical novels "The Three Musketeers" and "The Count of Monte Cristo".
    Originally published in 1844, The Count of Monte Cristo is one of the most well-known adventure tales of all time, and its story has formed the basis for dozens of films, television shows and adaptations alone. For nearly a century and a half, Dumas’ book has enjoyed worldwide success and name recognition.





  • "Viaggiare significa vivere in tutta la pienezza del termine; è dimenticare il passato e l’avvenire per il presente; è respirare completamente, godere di tutto, impadronirsi della creazione come di una cosa che ti appartiene, è cercare nella terra miniere d’oro che nessuno ha scavato, nell'aria meraviglie che nessuno ha visto, è passare accanto..."
  • "Imparare non è sapere; ci sono gli eruditi e i sapienti: è la memoria a fare i primi, ma è la filosofia che fa i secondi".
  • "E' già abbastanza faticoso difendere i propri amici e ricompensarli, perché ci si debba occupare anche dei nemici".
  • "L’aspetto delle cose esteriori è un misterioso conduttore che corrisponde alle fibre della memoria e le risveglia talora a nostra insaputa".
  • "Moral wounds have this peculiarity: they may be hidden, but they never close; they are always painful, always ready to bleed when touched, they remain fresh and open in the heart".
  • "When you compare the sorrows of real life with the pleasures of the imagination, you never want to live again, but to dream forever".
  • "The most curious thing in life is that of death".
  • "When the devil gets mixed up in human affairs to ruin an existence or disrupt an Empire, it is very strange that some wretch is not immediately within his reach, to whom there is only a word to be whispered in his ear to get him back on track".



























  • The Château d'If is a fortress (later a prison) located on the island of If, the smallest island in the Frioul archipelago situated in the Mediterranean Sea about 1.5 kilometres (7⁄8 mile) offshore in the Bay of Marseille in southeastern France.
    It is famous for being one of the settings of Alexandre Dumas' adventure novel The Count of Monte Cristo.

    Isle d'If Chateau, Marseille of Count of Monte Cristo | Alexandre Dumas

    Il castello d'If sorge su una piccola isola dell'arcipelago delle Frioul, nel golfo di Marsiglia, in Francia.
    È una fortificazione francese sorta tra il 1527-1529 con la funzione di prigione, diventata celebre grazie al romanzo "Il conte di Montecristo" di Alexandre Dumas.

    Edmon Dantes Camera in prison of Isle d'If Chateau, Marseille - Count of Monte Cristo | Alexandre Dumas

    1 commento:

    Info sulla Privacy