Textual description of firstImageUrl

Edvard Munch | The Kiss, 1897



"The Kiss" is an oil painting on canvas completed by the Norwegian Symbolist artist Edvard Munch🎨 in 1897.
Part of his Frieze of Life, which depicts the stages of a relationship between men and women, The Kiss is a realization of a motif with which he had experimented since 1888/89: a couple kissing, their faces fusing as one in a symbolic representation of their unity.
Exhibited as early as 1903, this work is held at the Munch Museum in Oslo.


According to the Museum of Modern Art, the dark ambiance of "The Kiss" is representative of Munch's ambivalence regarding romance.
In the 1897 painting, art historian Reinhold Heller finds it "virtually impossible" to separate the two figures, particularly where their faces meet and become one.
He considers the depiction of the lovers to represent their unity while at the same time representing a threatening "loss of individuality, a loss of one's own existence and identity" which hints at death.

Edvard Munch | Kiss by the Window, 1892, an earlier realization of the "kiss" motif

"Il bacio" è un dipinto a olio su tela di Edvard Munch🎨, realizzato nel 1897 ed è conservato nel Museo Munch di Oslo.
Il bacio è un dipinto a olio su tela, alto 99 e largo 81 centimetri. Raffigura una coppia circondata dall'oscurità, in una stanza rischiarata solo da un raggio di luce proveniente da una finestra parzialmente ricoperta da una tenda.
I due si abbracciano strettamente, fino a perdere la propria identità, allorché si miscelano in un'unica forma priva di tratti distintivi.
La critica d'arte Roberta Smith sottolinea come Munch abbia favorito «pennellate lunghe [...] che più che dipinte sembrano macchie».
Nel 1892, cinque anni prima della stesura de "Il bacio", Munch eseguì un'altra tela sul medesimo soggetto: si tratta de Il bacio con la finestra.
Secondo il Museum of Modern Art, l'ambiente scuro del Bacio è indicativo dell'ambivalenza di Munch per quanto riguarda l'amore.
Nel dipinto, lo storico d'arte Reinhold Heller ritiene «virtualmente impossibile» separare le due figure, soprattutto nel punto in cui i loro volti si incontrano e si miscelano; considera, inoltre, la raffigurazione dei due amanti un simbolo della perdita della propria esistenza e identità», eventualità che poi riconduce direttamente alla morte. | © Wikipedia

Other works from artist






Nessun commento:

Inserisci un commento

Info sulla Privacy