Rubens | Portrait of Susanna Lunden, 1622-25

Art styles , ,
Author 📅 at gennaio 31, 2019
This painting is one of the most famous by Peter Paul Rubens🎨 (Flemish Baroque Era painter, 1577-1640) in the Collection of the National Gallery, London.
The title 'Le Chapeau de Paille' (meaning The Straw Hat) was first used in the 18th century. In fact the hat is not straw; 'paille' may be an error for 'poil', which is the French word for felt.
The hat, which shades the face of the sitter, is the most prominent feature of the painting.
The portrait is probably of Susanna Lunden, born Susanna Fourment, third daughter of Daniel Fourment, an Antwerp tapestry and silk merchant. Her younger sister Helena became Rubens's second wife in 1630.



Susanna Fourment married her second husband Arnold Lunden in 1622. The portrait probably dates from about that time. The direct glance of the sitter from under the shadow of the hat, together with the ring on her finger, suggests that the painting is a marriage portrait.
Rubens enlarged the painting as the work proceeded, adding a third strip of wood on the right and then enlarging the picture at the base. The additions created a greater expanse of sky, and Rubens added clouds to the right that contrast with the clearer sky to the left, from which the light falls across the body and hands. | © The National Gallery, London





Questo dipinto è uno dei più famosi di Rubens nella collezione della National Gallery, London.
Il titolo "Le Chapeau de Paille" (che significa "Il cappello di paglia") fu usato per la prima volta nel XVIII secolo.
In realtà il cappello non è di paglia; 'paille' potrebbe essere un errore per 'poil', che è la parola francese per felt.
Il cappello, che ombreggia il volto del modello, è la caratteristica più importante del dipinto.
Il ritratto è probabilmente di Susanna Lunden, nata Susanna Fourment, terza figlia di Daniel Fourment, un arazzo di Anversa e mercante di seta. Sua sorella minore, Helena, divenne la seconda moglie di Rubens nel 1630.
Susanna Fourment sposò il suo secondo marito Arnold Lunden nel 1622.
Il ritratto risale probabilmente all'incirca a quell'epoca. Lo sguardo diretto della modella da sotto l'ombra del cappello, insieme all'anello al dito, suggerisce che il dipinto è un ritratto di matrimonio.
Rubens ingrandì il dipinto mentre il lavoro procedeva, aggiungendo una terza striscia di legno sulla destra e poi ingrandendo l'immagine alla base. Le aggiunte hanno creato una maggiore distesa di cielo, e Rubens ha aggiunto nuvole a destra che contrastano con il cielo più chiaro a sinistra, da cui la luce cade attraverso il corpo e le mani.


Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy

Archivio

Follow by Email