11/05/21

Textual description of firstImageUrl

Eastman Johnson | At the Closing of the Day, 1878-80


Beginning in 1870 Eastman Johnson (American painter and co-founder of the Metropolitan Museum of Art, New York City, 1824-1906) produced a string of anecdotal narrative subjects depicting daily life on the island of Nantucket, Massachusetts.

In the years after the Civil War, Johnson drew upon the visual character of the island and its inhabitants to portray everyday scenes which rank among the artist's most memorable paintings.
In an effort to find new and relevant subject matter, the painter found inspiration in the quiet whaling community of Nantucket. Johnson relished the island's simple way of life, its setting, and its population which offered models of distinctive appearance and character.


During the autumn months, Johnson observed the seasonal tradition of cranberry picking on the island.
He was immediately enthused by the scene before him.

In a letter from 1879 to his friend, the artist Jervis McEntee, Johnson writes:
"I was taken with my cranberry fit as soon as I arrived (some people have rose fever yearly - I have the cranberry fever) as they began picking down on the meadow a day or two after we arrived and I have done nothing else since I have been here, not a thing..." (as quoted in Timken Art Gallery, Eastman Johnson: The Cranberry Harvest, Island of Nantucket, exhibition catalogue, Pasadena, California, 1990, San Diego, California, 1990, p. 31)

"At the Closing of the Day" depicts a woman leaning against cranberry barrels, momentarily at rest as the sun begins to set. In the far distance workers proceed up the hill to the left after they have completed their daily task.
As she gazes to the far corner of the composition, her quiet, contemplative spirit brings an emotional element to the painting. The sun hits the edge of her body and the side of the barrels, creating a dramatic spotlight, a hallmark of Johnson's painting style from this time.
The artist uses only a few bold strokes of white in the model's head scarf to achieve this effect.
The theatrical lighting with dark shadows and bright highlights provides a crisp and clear delineation of that magical moment of rest being defined in the narrative.

On the reverse of "At the Closing of the Day", Johnson depicts dozens of figure sketches of berry pickers, either standing or bending over their task. | © Christie's

Eastman Johnson | Self-portrait, 1863



A partire dal 1870 Eastman Johnson (Pittore Americano e co-fondatore del Metropolitan Museum of Art, 1824-1906) ha prodotto una serie di argomenti narrativi che raffigurano la vita quotidiana sull'isola di Nantucket, nel Massachusetts.
Negli anni dopo la guerra civile, Johnson ha attinto al carattere visivo dell'isola e dei suoi abitanti per ritrarre scene quotidiane che si collocano tra i dipinti più memorabili dell'artista.
Nel tentativo di trovare argomenti nuovi e rilevanti, il pittore ha trovato ispirazione nella tranquilla comunità di cacciatori di balene di Nantucket.
Johnson apprezzò lo stile di vita semplice dell'isola, il suo ambiente e la sua popolazione che offriva modelli di aspetto e carattere distintivi.

Durante i mesi autunnali, Johnson osservò la tradizione stagionale della raccolta dei mirtilli sull'isola.
Fu subito entusiasta delle scene davanti a lui.

In una lettera del 1879 al suo amico, l'artista Jervis McEntee, Johnson scriveva:
"Sono stato preso con il mio attacco di mirtillo rosso non appena sono arrivato (alcune persone hanno la febbre rosa ogni anno - ho la febbre del mirtillo) quando hanno iniziato a raccogliere sul prato uno o due giorni dopo il nostro arrivo e non ho fatto altro da quando sono qui, niente ... "(come citato nella Timken Art Gallery, Eastman Johnson: The Cranberry Harvest, Island of Nantucket, catalogo della mostra, Pasadena, California, 1990, San Diego, California, 1990, p. 31)


"Al Closing of the Day" raffigura una donna appoggiata a barili di mirtilli rossi, momentaneamente a riposo mentre il sole inizia a tramontare.
In lontananza i lavoratori procedono su per la collina a sinistra dopo aver completato il loro compito quotidiano.
Mentre guarda l'angolo più lontano della composizione, il suo spirito tranquillo e contemplativo porta un elemento emotivo al dipinto.
Il sole colpisce il bordo del suo corpo ed il lato dei barili, creando un drammatico riflettore, un segno distintivo dello stile pittorico di Johnson di questo periodo.
L'artista usa solo pochi tratti audaci di bianco nel foulard della modella per ottenere questo effetto. L'illuminazione teatrale con ombre scure e luci luminose fornisce una chiara e nitida delineazione di quel magico momento di riposo definito nella narrazione.
Sul retro di "At the Closing of the Day", Johnson raffigura dozzine di schizzi di figure di raccoglitori di bacche, in piedi o piegati sul loro compito.