Textual description of firstImageUrl

Gianni Bellini (Italian painter, 1965)



Gianni Bellini è nato a Carmignano (PO) nel 1965. Autodidatta, fin da giovanissimo, ha dimostrato una particolare attitudine per la pittura: a soli quindici anni ha cominciato a partecipare a numerose rassegne estemporanee, a mostre personali e collettive in varie città, conseguendo, ovunque, numerosi attestati di stima e primi premi.
Fra le mostre più importanti in cui egli è stato protagonista, è doveroso segnalare l'"Esposizione Internazionale" al Palazzo degli Affari di Firenze (1991-1992), quella al "Jacob Javits Center" di New York, al Museo Nazionale di Stoccolma e a quello di Budapest.
Nel 1992 ha affrescato l’arcata principale della facciata della chiesa di San Pietro a Seano, presso Carmignano.


Sul suo lavoro hanno scritto, fra gli altri Eleonora Barbieri, Enzo Fabiani, Giovanni Faccenda, Walter Fortini, Leyla Lenzi, Alessandro Romanini e Giulia Sillato, che, in tempi diversi, hanno portato un solido contributo esegetico alla conoscenza e alla comprensione del raffinato valore espressivo di Bellini.
Per quanto riguarda la bibliografia dell’artista, si raccomandano i seguenti testi: Premio Italia, Rossano Massacesi Editore (1992); Annuario EIAC (1992); Colore e Materia, Mondatori (1994); Catalogo Arte Moderna, Mondadori, e Dizionario enciclopedico Internazionale di arte contemporanea, Casa Editrice Alba Ferrara (2000-2001).
















Gianni Bellini was born in Carmignano (PO), Italy. A self taught and talented painter, at just fifteen years of age, he started to partecipate in important extemporary, personal and collective art exhibitions in several cities always receiving wonderful reviews and many first place awards.
Among the most important exhibitions in which he was protagonist it is just to mention the "Exposition International" in the Palazzo degli Affari of Florence (1991-1992), the exhibition of the "Jacobs Javits Centre" of New York and those at the National Museums of Stockholm and Budapest.


In 1992 he affrescoed the main arch of the front of the San Pietro church of Seano near the city of Carmignano. Many art critics have written about his works.
To name a few: Eleonora Barbieri, Enzo Fabiani, Giovanni Faccenda, Walter Fortini, Leyla Lenzi, Alessandro Romanini and Giulia Sillato, which, in various moments of his career, brought about a solid contribution of the discovery and comprehension of the refined expressive value of Bellini.




















Nessun commento:

Inserisci un commento

Info sulla Privacy