Hermann Corrodi | Notturno sul Monte Athos / Night on Mount Athos, 1905

Hermann David Salomon Corrodi🎨 (July 1844 - 30 January 1905) was an Italian painter🎨 of historical and orientalist scenes.
Corrodi received commissions for history paintings from the British royal family. He was acquainted with most of the European royalty of the time, including a friendship with Queen Victoria, and traveled widely in the Far East, including Egypt, Syria, Cyprus and Istanbul, which provided the subject matter for many of his paintings.
In 1893 he was knighted as an Academic of Merit by the Academy of St Luke, where he had been a professor.
In the last month of his life he made The nocturnal ascent on mount Athos.
Hermann Corrodi died on January 30, 1905. So, this ascent must have been one of his very last paintings.
The hermits hut clung on the steep rock like a birds’ nest is an interesting detail. The seven monks with their lamps and walking sticks lead the viewer to the ascent.




Athos - Άθως, is a mountain and peninsula in northeastern Greece and an important centre of Eastern Orthodox monasticism.
It is governed as an autonomous polity within the Greek Republic. Mount Athos is home to 20 monasteries under the direct jurisdiction of the Ecumenical Patriarch of Constantinople.
Mount Athos is commonly referred to in Greek as the "Holy Mountain" (Ἅγιον Ὄρος Hágion Óros) and the entity as the "Athonite State" (Αθωνική Πολιτεία, Athoniki Politia).

 Mount Athos, Greece
 Mount Athos, Greece
Mount Athos, Greece

Mount Athos has been inhabited since ancient times and is known for its nearly 1.800-year continuous Christian presence and its long historical monastic traditions, which date back to at least 800 A.D. and the Byzantine era.
Today, over 2,000 monks from Greece and many other countries, including Eastern Orthodox countries such as Romania, Moldova, Georgia, Bulgaria, Serbia and Russia, live an ascetic life in Athos, isolated from the rest of the world.
The Athonite monasteries feature a rich collection of well-preserved artifacts, rare books, ancient documents, and artworks of immense historical value, and Mount Athos has been listed as a World Heritage site since 1988.
Although Mount Athos is technically part of the European Union like the rest of Greece, the status of the Monastic State of the Holy Mountain, and the jurisdiction of the Athonite institutions, were expressly described and ratified upon admission of Greece to the European Community (precursor to the EU).
The free movement of people and goods in its territory is prohibited, unless formal permission is granted by the Monastic State's authorities, and only males are allowed to enter. | © Wikipedia





Hermann David Salomon Corrodi🎨 (Frascati, 23 luglio 1844 - Roma, 30 gennaio 1905) fu un artista Italiano🎨, che dipinse principalmente vedute e scene orientali.
Nel 1872 si recò col fratello a Parigi, dove i due conobbero Meissonier e Gérôme🎨, e quindi a Londra, ospiti di Alma-Tadema🎨.
Poco dopo furono a Monaco, e nel 1873 a Capri ed a Vienna, dove Hermann vinse la medaglia d'oro🎨 all'esposizione annuale per il quadro Bosco di pini.
Nel 1876 visitò l'Istanbul, la Siria, l'Egitto, il Montenegro e la Corsica. Per anni divise la sua vita fra Roma, d'inverno e Baden-Baden o Homburg in estate.
Nel 1893 l'Accademia di San Luca, dove insegnava, gli assegnò il titolo onorifico di "Accademico emerito".
Nell'ultimo mese della sua vita realizzò la tela i "Notturno sul Monte Athos".
Corrodi morì il 30 gennaio 1905, quindi questa tela deve essere stata una delle ultime.
La capanna degli eremiti aggrappata alla roccia ripida come un nido di uccelli è un dettaglio interessante. I sette monaci con le loro lampade e bastoni da passeggio guidano lo spettatore verso l'ascesa.


Il Monte Athos o repubblica monastica del Monte Athos - in greco Αυτόνομη Μοναστική Πολιτεία Αγίου Όρους Aftónomi Monastikí Politía Agíou Órous- è la penisola più orientale delle tre che compongono la Calcidica, nella Grecia settentrionale, ed è un vero e proprio Stato autonomo all'interno della sovranità greca.
La “terza gamba” della penisola Calcidica ha una superficie di 335 chilometri quadrati e si tuffa nel Mar Egeo per 50 chilometri di lunghezza e per una larghezza che varia tra i 7-12 chilometri.
Questo lembo di terra è ritenuto sacro ed è montuoso, la vetta più alta raggiunge i 2 mila 39 metri sul livello del mare, e di una grande bellezza naturale: qui si trovano 20 monasteri ortodossi, di cui 17 greci, uno russo, uno serbo e uno bulgaro, manufatti e monumenti religiosi di immenso valore artistico spesso edificati sulla sommità di piccole colline.
Solo la comunità monastica, che oggi conta poco più di un migliaio religiosi, può stabilirsi nella penisola.
La storia del Monte Athos ha avuto inizio nel 963 quando Sant'Atanasio istituì il monastero di Grande Lavra, ancora oggi il più importante.
Oltre ai monasteri esistono 12 piccole comunità minori di monaci e vari eremi. Per i laici è possibile visitare il Monte Athos una volta ottenuto un permesso speciale, per le donne, invece, vige il divieto è assoluto d’accesso.

 Mount Athos, Greece
Mount Athos, Greece

La procedura per ottenere il permesso è complicato e lungo, soprattutto per i visitatori non ortodossi che devono specificare in una lettera il motivo della richiesta che può essere solo per pellegrinaggio o per studio. C’è una quota giornaliera di 120 pellegrini ortodossi e 10 non ortodossi.
La richiesta di visita può impiegare mesi prima di essere accolta. La penisola, raggiungibile solo in barca benché sia collegata alla terraferma, ha ripidi pendii, verdi vallate e una vegetazione rigogliosa interrotta qua e là dall'imponente architettura dei monasteri, castelli bizantini fortificati con pareti monumentali tutto intorno e un cortile.


Il monastero di San Panteleimon è stato costruito dai monaci che provenivano dalla Russia, lo stile riflette chiaramente la loro l’influenza, ed è uno dei più grandi e più ricchi del Monte Athos. All'interno dei monasteri e delle numerose chiese c’è una ricchezza inimmaginabile tanto che il Monte Athos conserva la più grande collezione di arte cristiana al mondo: questi tesori unici sono affreschi religiosi che decorano ogni muro, mosaici, biblioteche ricche di pubblicazioni antiche, antiche icone ornate in oro.

Hermann Corrodi | Night on Mount Athos, 1905


Edward Lear (1812-1888) Mount Athos and the Monastery of Stavronikétes, 1857 | Yale-Center-for-British-Art

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy

Archivio

Follow by Email