Wassily Kandinsky (1866-1944)


MoMa - Wassily Wassilyevich Kandinsky🎨 /Васи́лий Васи́льевич Канди́нский (16 December [O.S. 4 December] 1866 - 13 December 1944) was a Russian painter🎨 and art theorist.
Kandinsky is generally credited as the pioneer of abstract art🎨.
Born in Moscow, Kandinsky spent his childhood in Odessa, where he graduated at Grekov Odessa Art school.
He enrolled at the University of Moscow, studying law and economics. Successful in his profession - he was offered a professorship (chair of Roman Law) at the University of Dorpat - Kandinsky began painting studies (life-drawing, sketching and anatomy) at the age of 30.


In 1896, Kandinsky settled in Munich, studying first at Anton Ažbe's private school and then at the Academy of Fine Arts.
He returned to Moscow in 1914, after the outbreak of World War I.
Following the Russian Revolution, Kandinsky "became an insider in the cultural administration of Anatoly Lunacharsky" and helped establish the Museum of the Culture of Painting.


However, by then "his spiritual outlook... was foreign to the argumentative materialism of Soviet society", and opportunities beckoned in Germany, to which he returned in 1920.
There he taught at the Bauhaus school of art and architecture from 1922 until the Nazis closed it in 1933.
He then moved to France, where he lived for the rest of his life, becoming a French citizen in 1939 and producing some of his most prominent art.
He died in Neuilly-sur-Seine in 1944.

































Kandinskij ‹kand'ìnsk'i›, Vasilij Vasil´evič - Pittore (Mosca 1866 - Neuilly-sur-Seine 1944).
Il principale esponente dell'astrattismo, in particolare dell'astrattismo non-geometrico, la sua ricerca di puri valori formali ha condotto a risultati della più grande importanza, soprattutto nello sviluppo dei rapporti linea-colore.
La sua arte, sulla quale influì verosimilmente la teoria della Einfühlung di W. Worringer, è indubbiamente ricca di motivi culturali e intellettualistici, ma giunge spesso a valori di libera poesia.
Tra le sue opere si ricordano in particolare:
Il corteo della sposa (1902-03, Monaco, Städtische Galerie), Der Blaue Reiter (1903, Zurigo, collezione E.G. Bührle), Murnau (1909, Düsseldorf, Kunstmuseum), il primo acquerello astratto (1910, Neuilly-sur-Seine, collezione N. Kandinskij), Composizione IV (Düsseldorf, Schloss Jägerhof), Cerchio policromo (1921, New Haven, Yale University Gallery), Composizione VIII (New York, Guggenheim Museum).


Vita
La sua formazione culturale fu complessa: si occupò di letteratura, di musica (Wagner), di etnografia. Nel 1897 si recò a Monaco e si dedicò interamente alla pittura; studiò con F. von Stuck; viaggiò in Europa e in Oriente; fu in stretto contatto col musicista e pittore lituano M. K. Čiurljonis, che si dedicava allora a esprimere mediante variazioni coloristiche alcune sinfonie musicali.
Venne poi a contatto con gli espressionisti; fu tra i fondatori del gruppo Der Blaue Reiter.
Nel 1910 eseguì i primi dipinti totalmente privi di riferimento al mondo oggettivo e per lo più intesi a esprimere visivamente emozioni musicali; contemporaneamente scriveva Über das Geistige in der Kunst e tentava di sviluppare una teoria dei segni e dei colori.


Nel 1913 pubblicò uno scritto autobiografico: Rückblicke.
Nel 1914 tornò in Russia, partecipò attivamente ai movimenti d'avanguardia, insegnò (1920) nell'univ. di Mosca.
Tornò in Germania (1921) e, fino al 1933, insegnò nel Bauhaus di Weimar e di Dessau. Nel 1923 pubblicò il trattato Punkt und Linie zu Fläche.
Nel 1934 si stabilì a Parigi seguitando a dipingere composizioni astratte, ma più misurate e non prive di caratteri decorativi.
  • Opere
Tra le sue opere, oltre a quelle citate sopra, occorre citare gli acquerelli conservati nella collezione Kandinskij di Neuilly, oltre che gli ultimi, del 1939-44, con forme allusive a immagini. | © Treccani


Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy