Textual description of firstImageUrl

Michelangelo Buonarroti | Crouching Boy, 1530-1534


Author: Michelangelo Buonarroti🎨 (Italian High Renaissance / Mannerist Painter / Sculptor, 1475-1564)
Title: Crouching Boy
Place: Italy. Florence
Date: circa 1530-1534
Material: marble
Dimensions: height: 54 cm
Acquisition date: Entered the Hermitage in 1851; transferred from the Academy of Fine Arts


The Renaissance genius Michelangelo🎨 was an outstanding architect and poet, as well as the creator of the celebrated frescoes in the Vatican’s Sistine Chapel.
But his chief calling was undoubtedly sculpture. The conception of the Hermitage work is connected with Michelangelo’s work on the Medici Chapel - the family sepulchre of the rulers of Florence.
The view of the sculpture from the side especially brings out the physical power of the youth: the strong muscular legs, the tense arch of the curved back, the precisely indicated relief of the muscles.
He belongs to the same race of titans as the famous David🎨 that the master created in his younger years. But in contrast to the Old Testament hero proudly towering above the enemy, this young man seems to be constrained by some invisible force, bowed down with his head lowered.


The Crouching Boy was created in the 1530s soon after grave events that had shaken Italy: the sacking of Rome by the forces of Emperor Charles V, the fall of the republic and the restoration of Medici tyranny in Florence.
Tragic images appeared at that time in Michelangelo’s works.
His manner became ever more expressive.
All over the rather rough surface of the marble we can see traces of the chisel; the face, hands and feet are only cursorily indicated.
Some people are of the opinion that the sculpture is unfinished.
It is a fact, however, that such incompleteness was a deliberate technique in Michelangelo’s late work - one of the many innovations with which he enriched the language of sculpture. | © The State Hermitage Museum, St Petersburg



Il genio del Rinascimento Michelangelo fu un eccezionale architetto e poeta, nonché il creatore dei celebri affreschi nella Cappella Sistina del Vaticano.
Ma la sua vocazione principale era senza dubbio la scultura.
La concezione dell'opera dell'Ermitage è connessa con l'opera di Michelangelo sulla Cappella Medicea - il sepolcro della famiglia dei sovrani di Firenze.
La vista della scultura di lato evidenzia in particolare il potere fisico della giovinezza: le forti gambe muscolose, l'arco teso della schiena curva, il sollievo dei muscoli indicato con precisione.
Appartiene alla stessa razza di titani del famoso David🎨 che il maestro ha creato nei suoi anni più giovani. Ma in contrasto con l'eroe dell'Antico Testamento che torreggia orgogliosamente sopra il nemico, questo giovane sembra essere costretto da una forza invisibile, chinata a testa bassa.

"Il ragazzo accovacciato" fu creato negli anni 1530, subito dopo gravi eventi che avevano scosso l'Italia: il licenziamento di Roma da parte delle forze dell'imperatore Carlo V, la caduta della repubblica e il restauro della tirannia dei Medici a Firenze.


Tragiche immagini apparvero in quel momento nelle opere di Michelangelo.
I suoi modi diventarono sempre più espressivi. Su tutta la superficie piuttosto ruvida del marmo possiamo vedere tracce dello scalpello; il viso, le mani e i piedi sono indicati solo in modo cursore.
Alcuni ritengono che la scultura sia incompiuta.
È un dato di fatto, tuttavia, che tale incompletezza era una tecnica deliberata nel lavoro tardivo di Michelangelo - una delle tante innovazioni con cui ha arricchito il linguaggio della scultura. | © The State Hermitage Museum, St Petersburg


Nessun commento:

Inserisci un commento

Info sulla Privacy