Textual description of firstImageUrl

Ghiannis Ritsos | Il tuo corpo sulla spiaggia..

II tuo corpo sulla spiaggia sabbiosa
la sabbia attaccata alla tua carne
la sabbia sulle mie mani
sulla mia lingua
perch’io ti scopra


Vladimir Volegov

dietro l’esilissimo ostacolo
e la sabbia che ci cade dai capelli
che si deposita sul fondo del silenzio


e noi
belli appena lavati
emersi dalle nostre acque
alla luce e al corpo
di questa terra.



Ghiannis Ritsos / Γιάννης Ρίτσος (1909-1990) è stato un poeta Greco.
Ritsos è considerato uno dei più grandi poeti greci del ventesimo secolo, insieme a Konstantinos Kavafis, Kostis Palamas, Giorgos Seferis, ed Odysseas Elytīs.
Il poeta francese Louis Aragon, prefando l'edizione francese di Pietre Ripetizioni Sbarre (Gallimard, Parigi 1971), ha sostenuto che Ritsos è «il più grande poeta vivente di questo tempo che è il nostro».
Ritsos è stato proposto 9 volte, senza successo, per il Premio Nobel per la Letteratura.
Quando il poeta vinse il Premio Lenin per la pace, assegnatogli nel 1975-76, egli dichiarò che "questo premio è più importante per me rispetto al Premio Nobel".
La sua poesia è stata spesso vietata in Grecia durante le fasi di regime autoritario per le idee di sinistra del poeta e la sua vicinanza politica al partito comunista greco (KKE).
Le maggiori opere del poeta includono Trattori (1934), Piramidi (1935), Epitaffio (1936) e Veglia (1941-1953).