Visualizzazione post con etichetta 21st Century Art. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 21st Century Art. Mostra tutti i post
Textual description of firstImageUrl

Michiel Schrijver, 1957 | Architettura surreale

Michiel Schrijver è un pittore Olandese di Baarn.
Un pittore straordinariamente originale e perfezionista che ci incanta con mondi surreali pieni di architetture affascinanti e stranianti in cui gli esseri umani sono presenti in maniera peculiare.
Ha ricevuto la sua formazione dal 1976 alla Dartington School of Art (Art and Design), nel Devon, in Inghilterra ed alla Byam Shaw School of Art di Londra.
Dal 1978 Michiel Schrijver ha frequentato la Camberwell School of Art, dove si è laureato nel 1981.
Per Schrijver, la pittura è un viaggio attraverso il suo mondo interiore. Quaderni pieni di idee che precedono il suo lavoro.


Textual description of firstImageUrl

Akira Kusaka 日下 明 | Fly Me To the Moon

The gentle surrealism of Japanese illustrator Akira Kusaka

Akira Kusaka is a freelance illustrator and graphic designer based in Osaka, Japan.
Akira Kusaka only works with Photoshop where he creates all of his artwork.
He creates for advertisements, book covers, children's picture book, web design, and more.
His all works are drawn only with photoshop.


Textual description of firstImageUrl

Rabindranath Tagore | When I go alone at night / Quando vado da solo di notte

When I go alone at night to my love-tryst,
birds do not sing, the wind does not stir,
the houses on both sides of the street stand silent.

It is my own anklets that grow loud
at every step and I am ashamed.


Textual description of firstImageUrl

Konstantin Razumov, 1974 | Artista Romantico

Konstantin Razumov / Константин Разумов è un pittore Russo nato a Mosca. Ha studiato alla Ilya Glazunov Russian Academy of Painting, Sculpture and Architecture, dove si è specializzato in pittura storica, ottenendo un grande successo.
Un artista giovane e talentuoso, influenzato da stili diversi combinati magistralmente in un mix che comprende realismo ed impressionismo.
Al centro del suo universo la bellezza, l'eleganza della donna, figura ritratta con grande realismo ma vestita di abiti e circondata da oggetti dipinti con le tipiche pennellate impressioniste.
Romanticismo e bellezza si sposano perfettamente con la delicatezza dei colori ad olio per un risultato che affascina e stupisce.
Una pittura raffinata caratterizzata da colori freschi e brillanti, dove ad un fedele stile impressionista viene aggiunto un tocco moderno. I suoi lavori si trovano in collezioni private e nelle gallerie delle più famose città del mondo: Mosca, Parigi, Londra e New York.


Textual description of firstImageUrl

Pedro Salinas | Perdonami / Forgive me

Perdonami se ti cerco così
goffamente, dentro di te.
Perdonami il dolore, qualche volta.

Quello che non vedesti e che io vedo,
immerso nel tuo fondo, preziosissimo.


Textual description of firstImageUrl

George Underwood, 1947

Imagination is the key word in George Underwood's paintings. George Underwood joined Beckenham Art School in 1963.
At art school George Underwood became more and more interested in music. As a result he pursued a career in the music world. Along with life long friend David Bowie he made one record (The King Bees) and also a solo record under the name Calvin James.
After deciding that the music business was not for him, George returned to art studies and then worked in design studios as an illustrator. Initially he specialised in fantasy, horror and science fiction book covers.
Many of George Underwood's colleagues in the music business asked him to do various art works for them. This led to George becoming a freelance artist. Art work for the first T Rex album and later David Bowie's Hunky Dory and Ziggy Stardust album covers established him as a leading and creative art illustrator.


Textual description of firstImageUrl

Alda Merini | Canto le Donne

Io canto le donne prevaricate dai bruti
la loro sana bellezza, la loro "non follia"
il canto di Giulia io canto riversa su un letto
la cantilena dei salmi, delle anime "mangiate"
il canto di Giulia aperto portava anime pesanti
la folgore di un codice umano disapprovato da Dio.

Lo Chan Peng, 1983

Textual description of firstImageUrl

Alda Merini: E poi la vita ci insegna..

E poi la vita ci insegna
che bisogna sempre volare in alto.

Più in alto dell’invidia, più del dolore,
della cattiveria…

Più in alto delle lacrime, dei giudizi.

Marc Chagall | Sopra la città, 1918