Textual description of firstImageUrl

Virginia Woolf (1882-1941) | Quotes


Dame Laura Knight🎨 (British Impressionist painter, 1877-1970) | The Dark Pool, 1908-1918 | Laing Art Gallery

  • "I wish you’d find the exit out of my head".
  • "Io scriverei poesie d'amore anche sulle parti di te che tu non sopporti".
  • "My mind turned by anxiety, or other cause, from its scrutiny of blank paper, is like a lost child-wandering the house, sitting on the bottom step to cry".
  • "Se il mio cervello, distratto da un'ansia o da altra causa, deve distogliersi dalla carta bianca, è come un bimbo sperduto, che gira per casa e siede a piangere sull'ultimo gradino".
  • "The eyes of others our prisons; their thoughts our cages".
  • "Gli occhi degli altri le nostre prigioni; i loro pensieri, le nostre gabbie".
Vanessa Bell (British painter, 1879-1961) | Portrait of Virginia Woolf, 1912
George Charles Beresford ((British Photographer, 1864-1938) | Virginia Woolf in 1902
George Charles Beresford ((British Photographer, 1864-1938) | Virginia Woolf
  • "I want to write a novel about silence. The things people don’t say!"
  • "Voglio scrivere un romanzo sul silenzio. Le cose che la gente non dice".
  • "Un libro, per continuare a vivere, deve avere il potere di cambiare mentre noi cambiamo".
  • "A volte mi piacerebbe annotare quello che la gente dice, invece di descriverla. Purtroppo dicono così poco".
  • "How many times have people used a pen or paintbrush because they couldn’t pull the trigger?"
  • "Quante volte le persone hanno usato una penna o un pennello perché non potevano premere il grilletto?"
  • "Dicendole, non si rovinano forse le cose?"
  • "I see you everywhere, in the stars, in the river, to me you’re everything that exists; the reality of everything".
  • "Lock up your libraries if you like; but there is no gate, no lock, no bolt that you can set upon the freedom of my mind".
  • "Non c’è cancello, nessuna serratura, nessun bullone che potete regolare sulla libertà della mia mente".
  • "As a woman I have no country. As a woman I want no country. As a woman, my country is the whole world".
Lynne Mettam (Australian painter) | Portrait-of Virginia Woolf
Roger Fry (British Post-Impressionist Painter and Writer, 1866-1934) | Portrait-of-Virginia-Woolf-1917

  • "Cedi le redini a ogni impulso, fai tutti gli errori di stile, grammatica, gusto, sintassi. Riversa in massa. Rovesciati. Lascia andare la rabbia, l’amore, la satira con tutte le parole che riesci a cogliere, costringere o creare, con qualsiasi metrica, prosa, poesia o borbottio che ti viene. Così imparerai a scrivere!"
  • "È proprio vero che la poesia è deliziosa, infatti la prosa migliore è piena di poesia".
  • "Le domande che dobbiamo porci e a cui dobbiamo trovare una risposta in questo momento di transizione sono così importanti da cambiare, forse, la vita di tutti gli uomini e di tutte le donne, per sempre. È nostro dovere, ora, continuare a pensare. Pensare, pensare, dobbiamo. Non dobbiamo mai smettere di pensare: che “civiltà” è questa in cui ci troviamo a vivere?"
  • "Per tutti questi secoli le donne hanno svolto la funzione di specchi, dotati della magica e deliziosa proprietà di riflettere la figura dell’uomo a grandezza doppia del naturale".
Duncan Grant (Scottish Camden Town Group painter, 1885-1978) | Portrait of Virginia Woolf, 1911 | The Metropolitan Museum of Art
  • "Fra cento anni, d’altronde, pensavo giunta sulla soglia di casa, le donne non saranno più il sesso protetto. Logicamente condivideranno tutte le attività e tutti gli sforzi che una volta erano stati loro negati. La balia scaricherà il carbone. La fruttivendola guiderà la macchina. Ogni presupposto basato sui fatti osservati quando le donne erano il sesso protetto sarà scomparso".
  • "Chi mai potrà misurare il fervore e la violenza del cuore di un poeta quando rimane preso ed intrappolato in un corpo di donna?"
  • "C’è chi si rivolge ai preti, chi alla poesia; io ai miei amici, al mio cuore, a cercare tra le frasi ed i frammenti qualcosa di intatto".
  • "Ho avuto un istante di grande pace. Forse è questa la felicità".
  • "Ogni onda del mare ha una luce differente, proprio come la bellezza di chi amiamo".
  • "Eppure l’unica vita eccitante è quella immaginaria. Appena metto in moto le rotelle nella mia testa non ho più molto bisogno di soldi o di vestiti".
  • "Ma la gente che piace a me si trova sempre sparsa qua e là; sono dei solitari… Solo che si riconoscono non appena si trovano assieme".
  • "Il mio spirito è avido soltanto di verdi campi, di sole, di vino; di starmene seduta a non far niente".
Duncan Grant (Scottish Camden Town Group painter, 1885-1978) | Portrait of Virginia Woolf, 1911 | The Metropolitan Museum of Art (detail)
  • "Continuerò ad azzardare, a cambiare, ad aprire la mente e gli occhi, rifiutando di lasciarmi incasellare e stereotipare. Ciò che conta è liberare il proprio io: lasciare che trovi le sue dimensioni, che non abbia vincoli".
  • "Troppo spesso le parole sono state usate, maneggiate, rivoltate, lasciate esposte alla polvere della strada. Le parole che cerchiamo pendono accanto all’albero: con l’aurora le troviamo, dolci sotto le fronde".
  • "Gli esseri umani non hanno bontà, né fede, né carità, salvo quando serve ad aumentare il piacere del momento".
  • "Senza fiducia in noi stessi siamo come bambini nella culla. E come possiamo generare questa qualità imponderabile, che è tuttavia così inestimabile, più rapidamente? Col pensare che gli altri sono inferiori a noi stessi".
  • "Scrivere non è per niente un’arte facile. Pensare ciò che si vuole scrivere sembra facile; ma il pensiero evapora, sfugge qua e là".

Virginia Woolf, 1927

Vanessa Bell (British painter, 1879-1961) | Virginia Woolf, 1912 | The National Portrait Gallery, London

Nessun commento:

Inserisci un commento

Info sulla Privacy