Visualizzazione post con etichetta Art Quotes - Literature. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Art Quotes - Literature. Mostra tutti i post

12/03/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo XI


Perché se la prendeva tanto? Perché continuava a pensarci? Di che cosa aveva paura? che Laide scomparisse? Figurarsi. Bastava un colpo di telefono e lei correva a prendere un tassì; e lui l'aveva a sua disposizione, con la biancheria in ordine, tutta ben lavata da poter baciare impunemente in ogni parte del corpo.
No. Aveva un bel fare questo ragionamento.
Non bastava. Lei sarebbe accorsa, è vero, alla chiamata della signora Ermelina e sarebbe venuta in letto con lui ma tutto in fondo si riduceva a mezz'ora un'ora al massimo, questo era per lei solo un breve intermezzo di lavoro, da risolvere con gentilezza ma anche con la maggior celerità possibile (Dorigo si era ben accorto di non farla godere, quando le baciava il sesso la Laide teneva chiusi gli occhi, le labbra socchiuse tutto lì, ma per il resto non un vero palpito, un sospiro, un gemito, meglio così comunque piuttosto che le disgustose commedie di certe prostitute convinte che in amore tutti gli uomini senza distinzione debbano essere completamente cretini).


04/03/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo X

Dino Buzzati | Uomo in una notte di neve, 1926

Lei entrò pallida, in affanno, con l'espressione di una bestiola inseguita.
"Dio mio che faccia hai" fece la signora Ermelina, e le diede un affettuoso schiaffetto. "Su, su. Che cosa ti è capitato?"
"Ho fatto una corsa, una corsa" rispose Laide senza neppure salutare.
Antonio. "Al teatro c'era prova, non mi lasciavano andare".
"Ma se vai a Roma per una settimana?" disse Antonio "Che cosa importava più la prova?"
"Insomma al teatro sono così. Che ora è?"


27/02/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo IX

Tre giorni dopo telefonò alla signora Ermelina: "Senta, domani pomeriggio potrei vedere la Laide?"
Il fatto che lei aveva fatto finta di non vederlo gli era rimasto in gola, voleva avere una spiegazione da lei.
"La Laide?" fece la signora Ermelina.
"Sa, l'altro giorno, che lei signor Tonino non ha potuto venire. Lei è arrivata puntuale, poverina".
"E' venuta alle quattro?"
"Alle quattro in punto era qui".

Dino Buzzati


Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo VIII

Dino Buzzati | L'invasione degli orsi in Sicilia

Alle ore sedici era la prova del balletto "La stella della sera" di Lachenard. Glielo avevano detto all'ultimo momento e Antonio per le quattro aveva combinato con la signora Ermelina per la Laide. "Chi preferisce?" aveva chiesto per telefono la signora Ermelina. "Faccio venire la Laide?" e nella voce c'era un'ombra vaga di malizia come se lei si fosse accorta di qualche cosa.
"Chi preferisce?" aveva chiesto la signora Ermelina.
"Mah, non so" aveva detto lui.
"Faccio venire la Laide?"
"La Laide, sì. O la Lietta".
"La Lietta?"
"Ma sì, mi ha detto che si chiama Lietta"."Ah, la Lietta! quella un po' robusta?" "Sì, sì" fece lui.


26/02/21

Textual description of firstImageUrl

Properzia de' Rossi (1490-1530) | The Only Woman in Vasari's Lives

Vita di madonna Properzia de' Rossi, scultrice bolognese

Properzia de Rossi | Relief of Joseph and Potiphars wife | Museum of San Petronio in Bologna

È gran cosa che in tutte quelle virtù et in tutti quelli esercizii ne’ quali, in qualunque tempo, hanno voluto le donne intromettersi con qualche studio, elle siano sempre riuscite eccellentissime e più che famose, come con una infinità di esempli agevolmente potrebbe dimostrarsi.
E certamente ognun sa quanto elleno universalmente tutte nelle cose economiche vagliono, oltra che nelle cose della guerra, medesimamente si sa chi fu Camilla, Arpalice, Valasca, Tomiri, Pantasilea, Molpadia, Orizia, Antiope, Ippolita, Semiramide, Zenobia; chi finalmente Fulvia di Marcantonio che, come dice Dione istorico, tante volte s’armò per defender il marito e se medesima.
Ma nella poesia ancora sono state maravigliosissime: come racconta Pausania, Corinna fu molto celebre nel versificare, et Eustachio, nel catalogo delle navi d’Omero, fa menzione di Safo, onoratissima giovane; il medesimo fa Eusebio nel libro de’ tempi, la quale invero se ben fu donna, ella fu però tale che superò di gran lunga tutti gli eccellenti scrittori di quella età.


25/02/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore | Capitolo VII

Dino Buzzati

La rivide qualche giorno dopo, sempre dalla signora Ermelina. Aveva telefonato come al solito, chiedendo però della Laide. Come la trovò di nuovo in quella specie di salotto, restò un poco deluso. Stavolta aveva tirato su i capelli raccogliendoli sulla nuca e sembrava trasandata. Spiccavano nel volto quei tratti vagamente popolareschi e sguaiati, il naso petulante che terminava in patatina, il moto delle labbra, che si aprivano di tanto in tanto a valva, con espressione furbesca, provocante e sicura di sé.


21/02/21

Textual description of firstImageUrl

Alda Merini / Giuliano Grittini | Noi abbiamo delle piccole utilità..

Alda Merini da Giuliano Grittini (Fotografo ed artista italiano, 1951)

Noi abbiamo delle piccole utilità:
per esempio io amo te e vorrei che tu mi guardassi negli occhi,
e metto gli occhiali scuri affinché tu non possa vedere i miei occhi
perché entreresti con le tue mani nella mia anima
e sentiresti che il mio cuore pulsa in una sola direzione,
per questo faccio finta di non vedere niente.


19/02/21

Textual description of firstImageUrl

Dino Buzzati | Un amore, 1963 | Capitolo VI


Chi era?
Dove andava?
Con quali speranze?
Perché faceva quella vita?
Una ragazzina così fresca, viva, autentica. Se fosse nata in una famiglia come quella di lui, Antonio, sarebbe mai venuta lì dalla Ermelina?
Che sbagliata infanzia c'era alle sue spalle?